Questa volta vorrei parlarti di una questione che mi sta molto a cuore e che mi fa soffrire.

Probabilmente già saprai che da qualche mese ci siamo trasferiti in Gran Canaria, e l’isola è davvero meravigliosa, la sua Natura è sorprendente. Purtroppo, però, al di fuori delle zone prettamente turistiche in cui sembra di essere a Gardaland o Disneyland, la realtà stride con la perfezione della Natura.

Ti chiedo di dedicare meno di un minuto e mezzo alla visione del seguente video, (mi scuso già per la sua qualità, ma abbi pazienza, e punta alla sostanza. Grazie!) e regalarmi altri due minuti del tuo tempo per leggere le mie considerazioni

“Cura i tuoi giardini” – bellissimo intento accanto a piscine naturali in cui poter nuotare al riparo dalle onde oceaniche.

Tutto bello, meraviglioso!

E al lato di questo bel quadretto l’ “isola ecologica”. Non ci sarebbe nulla di male se i cassonetti avessero tutti il coperchio e la gente fosse civile, ma, se ci hai fatto caso, ci sono i cassoni neri, quelli del “secco”, aperti e, considerato che si trovano in riva all’oceano, vento, gabbiani e colombi non mancano.
Ho scritto “secco”, tra virgolette perché qui non c’ la possibilità di separare l’umido e quindi tutti gli scarti di frutta, verdura e cibo vanno nell’indifferenziata. E purtroppo c’è chi ci rovista dentro (profonda tristezza).

Che dire…La lotta é dura e lunga e non so se abbiamo abbastanza tempo.
L’inciviltà dell’uomo farà sì che la Natura reagisca, perché Lei sa come difendersi, ma noi umani, che ci riteniamo “esseri superiori”, in realtà nulla possiamo dinanzi alle Sue manifestazioni più estreme.

L’altro giorno raccontavo ad un cliente l’estrema difficoltà che ho a reperire detersivi ecologici qui e che me li sono fatta portare da un’amica che é venuta a trovarci dall’Italia. Il suo commento mi ha lasciato triste e arrabbiata: “ma tu pensi che serva a qualcosa?”.
“Ovvio” gli ho risposto, “se il mio gesto servisse anche solo a dare un atomo di ossigeno di più all’aria che respiriamo tutti o alle acque che ci circondano ci sarebbe ancora speranza”.

Giorgia

Leave a Reply