Quante volte ci muoviamo senza pensare a come lo stiamo facendo?

Vorrei iniziare parlandovi di quanto sia importante muoversi in maniera corretta, sia nella vita quotidiana, sia nei momenti in cui si svolge una qualsivoglia attività fisica.
Ad esempio diamo per scontato che camminare sia un’attività semplice, che non ha bisogno di correzioni, invece vedo continuamente persone “incapaci” o persone disattente nell’impostare la camminata, che appoggiano il piede sull’esterno o l’interno, che camminano sugli avampiedi o con le punte dei piedi aperte o , al contrario, rivolte all’interno. Tutti questi atteggiamenti si riflettono anche sulle ginocchia e, con il tempo, portano ad assumere posture scorrette anche sulla parte superiore del corpo, con conseguenze via via sempre più complesse da correggere.

Va detto che molte di queste difficoltà nell’impostare la camminata sono dovute a problemi alla colonna vertebrale, come scoliosi, protrusioni, ernie, lombalgie, cervicalgie…, conseguenze di ore ed ore di lavoro in posizioni scorrette, oppure di poca cura o conoscenza di come impostare il proprio corpo nell’effettuare un movimento.
Spesso tutto ha inizio nell’adolescenza con la classica posizione “svaccata”, apparentemente comoda, che poi si tende a non abbandonare più.

Vediamo in concreto cosa si può fare per avere più consapevolezza corporea e per ridurre al minimoi disturbi che portano questi vizi posturali.
Una corretta esecuzione di alcuni esercizi a corpo libero può essere molto efficace per “liberare” le articolazioni da tensioni accumulate nel tempo.

Di seguito un video con alcuni di questi esercizi

Leave a Reply