Etica: cosa significa?

Molte persone si riempiono la bocca di questa parola, ma senza darle concretezza nella quotidianità.
Per me e Giorgia ha un significato molto importante e il nostro obiettivo é riuscire ad essere etici in tutto quello che facciamo e faremo, anche se al momento, a volte, dobbiamo scendere a compromessi (non grandi comunque, non ce la faremo) come fanno tanti.

Ciò che concretamente stiamo facendo da quasi quattro anni é modificare e perfezionare l’alimentazione; abbiamo tolto completamente le proteine animali, e da più di un anno anche quelle vegetali, fino ad arrivare ad un apporto proteico sempre più basso, tendente allo zero.

Prima di continuare vi racconto in breve il mio percorso.
Io provengo dal mondo del body building, oltre ad allenarmi ho anche gareggiato e per prepararsi a questo genere di competizioni l’alimentazione prevedeva enormi quantità di proteine, soprattutto animali (mai preso anabolizzanti); ed ero fermamente convinto che fosse la strada giusta, anche dal punto di vista della salute. Non volevo sentire ragioni da chi sosteneva il contrario, anche perché non mi fornivano basi scientifiche.
Qualche anno fa Giorgia ed io abbiamo iniziato a notare che non ci piaceva più tanto mangiare carne, cosa che ci lasciava perplessi dato che l’avevamo sempre apprezzata anche dal punto di vista del gusto. Proprio in quel periodo abbiamo avuto modo di approfondire il tema documentandoci sui danni provocati dalle proteine animali. Decidemmo così di provare a ridurne l’introduzione e ci venne abbastanza facile e spontaneo eliminarle.

Ho sempre cercato di avere un approccio “scientifico” (nel senso di sperimentare in prima persona) in tutto quello che faccio e questo metodo ci ha portati a seguire un percorso di perfezionamento alimentare che ci sta dando benefici incredibili dal punto di vista del benessere. Inoltre, “automaticamente” ci sta facendo fare delle scelte di vita che mai avremo pensato di poter fare qualche anno fa.

L’inizio di questo percorso é stato dettato da motivazioni inerenti la salute (e da un po’ di tempo questa parola è sempre più presente nei miei pensieri e nei miei discorsi con amici, conoscenti e clienti), ma si é naturalmente evoluto prendendo sempre più connotazioni etiche.
Faccio sempre più fatica a svolgere le attività di tutti i giorni come andare in macchina, inquinando, lavorare e vivere in ambienti assolutamente non sostenibili, comprare vestiti e scarpe realizzati con materiali animali…

Pertanto mi piacerebbe far partecipi di questo cambiamento tutti coloro che avranno la curiosità di seguirci, tenendo presente che l’alimentazione é il fulcro da cui derivano i problemi che ha questa società; é il problema dei problemi, la nostra storia parte da questo, poi a cascata ce ne sono molti altri, ne sono consapevole.

Considero questo articolo con “Economia ed Ecologia” la base da cui partire per cercare di spiegare, a modo mio, come etica, salute, sostenibilità e felicità si possano coniugare con due parole: alimentazione specie-specifica.

Luca

Leave a Reply